sabato 30 aprile 2016

CRISI IN CASA DC/WARNER? SNYDER E WAN A RISCHIO

Ieri è stato annunciato che Seth Grahame-Smith ha abbandonato ufficialmente la regia del film stand alone dedicato a Flash con protagonista Ezra Miller a causa di divergenze creative. Oggi sono iniziati a circolare insistenti rumour (riportati da Birth.Movies.Death)
 circa un forte malcontento della Warner nei confronti di Zack Snyder per via del modo in cui sta gestendo Justice League Parte 1, soprattutto dopo il pessimo risultato di Batman V Superman presso critica e pubblico, ma anche al botteghino, dove il film ha superato gli 800 milioni, che se possono sembrare molti sono in realtá inferiori alla cifra di un miliardo a cui aveva puntato la major. A quanto pare le riprese del nuovo film, iniziate da poche settimane, sarebbero continuamente scandite da rimostranze nei confronti del regista e la situazione pare essere molto tesa.

'oh no, hanno capito che non sai cosa stai facendo! Presti, guardali con sufficienza e darti un tono'

A questo si aggiunge il rumour che vorrebbe James Wan (regista di Saw e L'Evocazione) dubbioso se proseguire o meno nella regia del film su Aquaman, a causa della forte pressione a cui è stato sottoposto ultimamente.
Non si sa ancora se queste voci riflettani effettivamente la realtá dei fatti, ma non mi stupirei. Purtroppo la Warner ha dimostrato ampiamente di non essere in grado di gestire, al momento, il progetto del DC Extended Universe. L'errore piú grande a mio parere è stato riconfermare Snyder per portare avanti il progetto relativo alla Justice League dopo che aveva dato prova di essere incapace di modellare la materia in maniera soddisfacente. Possiamo solo confidare in Ayer e nella sua Suicide Squad. Ma anche lí non ne sarei cosí sicuro.

'Fatelo smettere, cacciatelo via vi prego!'




VINCI L'ANTEPRIMA DI "X-MEN: APOCALYPSE" CON IL CONCORSO DI FOX


Vi segnalo il concorso indetto da Fox per poter guardare in anteprima "X-Men Apocalypse" il 17 maggio in uno dei cinema selezionabili! Per poter accumulare più punti e vincere il doppio ingresso dovete seguire i vari passaggi indicati e poi condividere il link con più persone possibili. I primi classificati in ogni città tra quelle disponibili per l'anteprima vinceranno l'elmetto di Magneto! Capito? Il fottutissimo Elmetto di Magneto! 

QUI IL LINK PER PARTECIPARE


venerdì 29 aprile 2016

IL PUNITORE: ANNUNCIATA LA SERIE SU NETFLIX CON PROTAGONISTA JOHN BERNTHAL


Era prevedibile. Negli ultimi tempi Netflix ha dimostrato che anche i prodotti Marvel possono avere un lato oscuro e abbiamo fatto la conoscenza di un Daredevil tutto nuovo e di una cazzutissima Jessica Jones. Inoltre sono in produzione le serie dedicate a Luke Cage e Iron Fist, in modo che si possa approdare al progetto dei Defenders. Era però chiaro che anche il Punitore, interpretato nella seconda stagione di Daredevil da John Bernthal (lo Shane di The Walking Dead). avrebbe giocato il suo ruoleo. Infatti, forte del successo che il personaggio ha riscosso presso il grande pubblico, ecco che è stata annunciata oggi la serie a lui dedicata.

"Oh, bene! Avevo ancora voglia di calciare qualche culo mentre faccio espressioni da pornoattore anni '90!"

A dare la notizia è stato Entertsainment Weekly e si sa già il nome dello showrunner: Steve Lightfoot, che ha già lavorato a serie di spicco come Hannibal. Sinceramente sono contento che alla fine abbiano deciso davvero di produrre questa serie, dal momento che il Punitore è un personaggio ben riuscito e sono sicuro che abbia ancora parecchio da dire e da dare. E sono sicuramente tutti calci nel culo.

"Non vedo l'ora!"


TOMB RAIDER: ALICIA VIKANDER SARA' LARA CROFT NEL REBOOT CINEMATOGRAFICO


L'abbiamo amata in Ex Machina, ha saputo emozionare in The Danish Girl con un'interpretazione che li è valsa l'Oscar per la migliore attrice protagonista e ormai si era capito che da lì in poi la carriera di Alicia Vikander sarebbe stata inarrestabile. Quello che però nessuno aveva previsto è che, come annunciato poche ore fa da TheHollywoodReporter, sarebbe stata proprio lei l'interprete di Lara Croft nel nuovo film di Tomb Raider, il terzo dopo i primi due orribili capitoli con Angelina Jolie.

"Ah, non bastava incrociare le pistole e mostrare le tette per intrepretare Lara come si deve?"

I rumour che erano circolati nelle ultime settimane avrebbero voluto che a ridare lustro ad uno dei personaggi più popolari del mondo videoludico fosse Daisy Ridley, la Rey di Star Wars: Il Risveglio della Forza, invece ecco arrivare a sorpresa la bomba. Personalmente non è che ce la veda molto la Vikander in questo ruolo, non mi sembra abbastanza cazzuta, ma forse solo perchè ho in mente la Lara Croft dei primi capitoli della saga, mentre a quanto pare questo reboot si rifarà al restyling più recente subito dal persopnaggio. Sono pronto a farmi stupire, nella speranza di vedere almeno una tetta.

"Grazie a dio l'ho scampata: già me li vedevo, tutti a chiedersi come mai sapessi usare le pistole all'improvviso"




martedì 26 aprile 2016

STEELBOOK AMAZON: NOVITA' E PREORDER


In questo articolo vi segnalo la pagina Amazon con le edizioni steelbook Blu-Ray dei film appena usciti e di quelli che usciranno tra qualche settimana o qualche mese, in modo da poterli acquistare o preordinare.


QUI TROVATE LA PAGINA CON TUTTI GLI STEELBOOK

Vi consiglio in particolare:

Star Wars- Il Risveglio della Forza

Deadpool

The Hateful Eight

Zootropolis

Il Libro della Giungla 3D

Batman V Superman- Steelbook Esclusiva Amazon

Hunger Games: Il Canto della Rivolta- parte 2

Better Call Saul Stagione 01

Eyes Wide Shut- Esclusiva Amazon

Lolita- Esclusiva Amazon

Barry Lyndon- Esclusiva Amazon

The Bourne Identity

The Bourne Ultimatum

The Bourne Supremacy

The Bourne Legacy

Independence Day






LA DISNEY TRA IL DUMBO DI BURTON E IL SEQUEL DI MALEFICENT: NOVE NUOVI FILM ANNUCNIATI



Ormai la tendenza stava prendendo piede ed era solo questione di tempo che la Disney iniziasse a marcirci su con la sua solita aggressività commerciale che ho sempre ammirato. Da poche ore infatti sono stati annunciati ufficialmente nove film in live action tratti da classici di animazione che hanno cresciuto ben più di una generazione. Non sono un fan di questo trend, anche se ad esempio ho apprezzato Il Libro della Giungla diretto da Jon Favreau, uscito di recente. E senza ombra di dubbio di molte di queste pellicole annunciate si poteva fare a meno.

"Sì, così... Rendetemi più forte!"
Questi i titoli in programma:

- Dumbo, diretto da Tim Burton e scritto da quell'Ehren Kruger che aveva già sceneggiato il terzo Scream e gli ultimi tre Transformers. Ammetto che mi incuriosisce una versione nuova della storia di Dumbo, anche se forse avrei preferito vedere il buon vecchio Tim al lavoro su qualcosa di differente.

- Crudelia, basato sulla cattiva de La Carica dei 101. Che sia una pellicola che segue la falsariga di Maleficent? Dato che non avevo apprezzato quel film spero di no, quel che conta è che ad interpretare Crudelia DeMon in persona sia Emma Stone, attrice che amo e che vorrei vedere nei panni di un villai tanto eccentrico.

- Mary Poppins, già paventato tempo fa come il Dumbo di Burton e che costituisce il remake dell'omonimo film con Julie Andrews. Diretto da Rob marshall il film vedrà come protagonista nei panni della stravafgante bambinaia Emily Blunt. Che se magari la smettesse di fare la tizia strana delle fiabe nei film e tornasse a produzioni come Sicario sarebbe meglio, visto il talento che ha.

- Maleficent 2, che francamente non mi sembra molto sensato. Già il primo film per quanto mi riguarda era stato abbastanza inutile e non si prendeva le proprie responsabilita di coerenza, quindi un seguito sulla carta non mi comunica nulla se non la voglia di sfruttare il brand per macinare quattrini. Che per carità, ci sta anche, ma solo se fatto nel modo giusto. E questo non mi sembra esserlo, ma staremo a vedere.

- Lo Schiaccianoci e il Re dei Topi, diretto da Lasse Hallstrom, già regista dell'illegalmente triste Hachiko. Non essendo tratto da un classico Disney sono abbastanza curioso di questa trasposizione, sia per la sua natura intrinseca che per il nome del regista incaricato di dirigerlo.

- Jungle Cruise, film che si rifà ad un'attrazione presente a Disneyland e che vedrà come protagonista Dwayne Johnson (The Rock). Se l'idea di realizzare un film basato su una giostra può sembrare assurda, ricordo che lo stesso era accaduto per Pirati dei caraibi, e non era andata male. l'unica cosa che mi lascia perplesso è la presenza di the Rock, che ormai troviamo in tutti i film possibili e immaginabili.

Prossimamente The Rock sarà protagonista in "Mulan- La Guerriera".

- A Wrinkle in Time, tratto dal romanzo del 1962 Nelle Pieghe del Tempo, di Madeleine L'Engle., Da quest'opera letteraria era già stato tratto tempo fa un film Disney che uscì solo per il mercato televisivo.

- Tinkerbell, live action basato sulla figura di Trilli, la fatina di Peter Pan, interpretato da Reese Witherspoon. Qui sarei interessato a capire se si tratterà di un prequel e se per caso verrà introdotta la figura di Peter Pan in vista di un eventuale live action Disney su di lui, che magari dopo Pan potrebbe non avere senso, ma che secondo me nasconde del potenziale se gestito come si deve.

- Il Libro della Jungla 2. Anche in questo caso non trovo sensato un seguito, dato che già il primo film in live action raccontava tutto il necessario. spero almeno che a dirigerlo ci sia sempre Fauvre.


Tra tanti titoli che possono sembrare assurdi si nascone qualcosa di interessante in potenza. ma mai interessanti come le cifre che la Disney si metterà in saccoccia, ovvio.




 


lunedì 25 aprile 2016

TWIN PEAKS: IL CAST COMPLETO DELLA TERZA STAGIONE CON JIM BELUSHI


Dopo mesi di rimandi, cancellazioni e tentennamenti vari finalmente la terza stagione di Twin Peaks gestita da David Lynch è cosa certa già da parecchio e nelle ultime ore Showtime, il network su cui verrà trasmessa, ha reso pubblici i nomi degli attori che ne comporranno il cast. Naturalmente ci sarà il ritorno di vecchie conoscenze come Kyle MacLachlan (l'agente Dale Cooper) e Sheryl Lee (Laura Palmer e sua cugina), già annunciati in  precedenza, ma anche quello di David Duchovny e di David Lynch in persona. 
Ssono stati fatti nomi interessanti e inattesi, come quello di Catherin Coulson, che nella serie originale interpretava la Signora Ceppo e che era venuta a mancare ormai mesi fa. Fortunatamente la Coulson aveva girato le scene del suo personaggio prima della sua scomparsa, cosa ottima dal momento che la Signora Ceppo aveva sempre avuto un ruolo non poco importante nelle vicende che interessavano i bizzarri abitanti di Twin Peaks.
Forse il nome che stupisce maggiormente è quello di Monica Bellucci, l'unico che pare buttato un po' a caso tra quelli di attori senza dubbio più capaci. personalmente sono curioso di vedere cosa potrebbe combinare la Bellucci, che già di norma non sa recitare molto bene in film che hanno una trama lineare, all'interno di una serie in cui il "WHAT THE FUCK?!" narrativo è sempre in agguato.

"Sono così confusa... vabbè, nel dubbio mostro le tette, che vado sul sicuro"

Tra i nomi più interessanti troviamo Naomi Watts, Tim Roth, Ashley Judd, Jim Belushi, Jennifer Jason Leigh e Michael Cera.
Per quanto riguarda la trama di questa terza stagione ancora non si sa molto, solo che si cercherà di proseguire degnamente la serie che ormai più di vent'anni fa era stata chiusa in maniera per niente soddisfacente, a causa anche dei vertiginosi cali di ascolto.

"Una cosa ve l'assicuro: non ci capirete un cazzo"
Questo il cast completo, che conta oltre 200 attori: l'asterisco segnala gli interpreti di personaggi già presenti nelle prime due stagioni della serie.  Non ci resta che confidare in Lynch e nei suoi incubi. e prima o poi il nome del suo erborista me lo devo far dare.








X-MEN APOCALYPSE: L'ULTIMO TRAILER CON TANTO DI WOLVERINE


È stato da poco rilasciato un nuovo trailer internazionale di X-Men: Apocalypse, il nuovo attesissimo film di casa Fox la cui uscita italiana è prevista tra meno si un mese. Quello che finora non soddisfacente molti era l'annuncio della mancata presenza di Wolverine, anche se era scontato che ci sarebbe stato almeno un cameo. E in questo trailer infatti ne viene data conferma.

"No Wolverine, no party, bitches"
Personalmente attendo quest'ultimo film sugli X-Men con grande trepidazione perchè la Fox, zitta zitta, sta portando avanti da anni il suo piano per svecchiare il brand e farlo evolvere: dopo aver dimostrato che i personaggi posso funzionare anche senza Wolverine e in generale senza gli storici interpreti grazie a X-Men : l'inizio, ora prosegue in quella direzione reinventando ciò che il pubblico ormai conosce fin troppo bene. Chissà che non inizino a creare un loro universo composito e articolato, dato che le basi per farlo ci sono tutte. Anche se Apocalyse sulla carta sembra Rita Repulsa dei Power Rangers, va detto.


"Tu, groupie dei Sex Pistola: portami Zordon!"
QUI trovate il trailer!

sabato 23 aprile 2016

DOCTOR WHO: PEARL MACKIE È LA NUOVA COMPANION


Finalmente poco fa è stata annunciata l'attrice che interpreta etá la nuova companion del Dottore in Doctor Who: è Pearl Mackie, attrice emergente di provenienza televisiva e il personaggio si chiamerá Bill. L'annuncio è stato dato durante la semifinale di FA Cup ed è stato dato tramite la diffusione di una clip in cui lei è il Dottore sono sotto attacco da parte di un gruppo di Dalek. Ulteriori dettagli riguardanti il personaggio (ma da come è abbigliata sembra una scienziata) verranno forniti nelle prossime settimane.
Onestamente avrei voluto una companion aliena o proveniente da un'altra epoca (dalla frase del Dottore 'We go back to The future: The 2017 needs us" sembrerebbe appartenere agli anni '80, ma per quanto mi riguarda è un'epoca fin troppo vicina), ma ammetto che la scena mostrata mi ha convinto e non poco.
Quel che è certo è che finalmente Capaldi ha la sua nuova companion per la decima stagione, che sará l'ultima gestita da Steven Moffat, il quale cederá il posto a Chris Cjibnall, già Showrunner di Broadchurch. La nuova stagione è prevista per il 2017 e nel frattempo verranno rilasciati solo alcuni special. E li mortacci loro, aggiungerei.

venerdì 22 aprile 2016

DOCTOR WHO: DOMANI L'ANNUNCIO DELLA NUOVA COMPANION


Finalmente, dopo mesi e mesi di teorie- a volte anche bizzarre - il momento è arrivato. Domani, sabato 23 aprile. alle ore 18.00 inglesi ( le 19.00 in Italia) durante la semifinale tra Everton e Manchester United per la FA Cup verrà annunciato il nome dell'attrice che interpreterà la nuova compandion del Dottore in Doctor Who, andando così a sostituire la Clara di Jenna Coleman al fianco di Capaldi. I rumour di qualche mese fa parlavano di Rose Leslie come companion, conosciuta al grande pubblico per aver interpretato Ygritte ne Il Trono di Spade.

"You know nothing, Doctor!"
D'altro canto si era parlato anche di un personaggio già comparso nel penultimo special di natale, la ragazza bionda che compariva all'inizio e ballava con le cuffie nelle orecchie per sfuggire ai granchi del sonno. Ad ogni modo la curiosità è tanta e personalmente spero che scelgano di diversificare e che per una volta, da quando lo show è tornato in onda, nel 2005, optino o per un companion maschio contro ogni aspettativa, o quantomeno alieno e non umano. E lo so che nel titolo si parla di una companion femmina, ma perchè ormai siamo abituati a vedere il Dottore accompagnarsi a personaggi femminili, quindi chissà.

"E va bene, mi offro volontario"

La scelta è importante perchè si tratta della decima stagione della versione contemporanea dello show, nonchè l'ultima che vede Steven Moffat nel ruolo di showrunner, il quale cederà il posto a Chris Chibnall - già showrunner di Broadchurch- a partire dall'undicesima stagione. Ah giusto: per quest'anno niente Dottore, si prendono una pausa per organizzare la stagione finale di Moffat. Che Madame Vastra li maledica.



LE NUOVE OFFERTE AMAZON PER L'HOME VIDEO


Si sono aggiornate le offerte di Amazon su DVD e Blu-Ray, sia di film che di serie tv, quindi ho pensato di raggrupparle tutte in un unico post! Eccole qui:



Per quest'offerta consiglio questi Blu-Ray:






Per quest'offerta consiglio questi DVD

- Harry Potter Collezione Completa

- Sherlock stagioni da 1 a 3

- Mad Men stagione 7



- 3 TITOLI DI SERIE TV SCONTATI DEL 30%





- PRINCIPESSE DISNEY: 4 TITOLI A 30 EURO

Per quest'offerta vi consiglio questi Blu-Ray:

- Frozen

- La Sirenetta edizione Speciale

- Aladdin

- La Bella e la Bestia

- La Bella Addormentata nel Bosco

- Rapunzel

- La Principessa e il Ranocchio

- Biancaneve e i Sette Nani



Per quest'offerta vi consiglio questi DVD

- Frozen

- La Bella e la Bestia

- Rapunzel

- la Sirenetta Edizione Speciale

- La Bella Addormentata nel Bosco

- Cenerentola

- Ribelle





- 3 TITOLI A 30 EURO

Per quest'offerta vi consiglio questi Blu-Ray:

- Fury

- The Wolf of Wall Street

- Roger Waters The Wall

- Quentin Tarantino Boxset

- Il Sale della Terra

- Mission Impossible Rogue Nation

- Mad Max 3D




- 4 TITOLI A 30 EURO

Per quest'offerta vi consiglio questi DVD:

- Il Sale della terra

- Fury

- The Wolf of Wall Street

- John Wick

- La Mafia Uccide Solo d'Estate

- Torneranno i Prati

- Il Giovane Favoloso




- 6 TITOLI A 30 EURO




- 3 TITOLI DI SERIE TV A 25 EURO




- 3 TITOLI DI SERIE TV A 45 EURO





- 5 TITOLI DI SERIE TV A 45 EURO

















martedì 19 aprile 2016

WILLEM DAFOE: SARA' UNO DEI "BUONI" IN JUSTICE LEAGUE- PARTE 1


Lo abbiamo amato bene o male tutti nei panni di Norman Osborn/Goblin nel primo Spider-Man diretto da Sam Raimi, quando eravamo ragazzini. Willem Dafoe è sempre stato un attore istrionico, famoso per la sua estrema capacità espressiva, dall'aspetto ombroso e poco rassicurante, perfetto nella parte del cattivo. E' però di poco fa la notizia che Dafoe è entrato a far parte del cast di Justice League- parte 1, diretto dall'ormai onnipresente Zack Snyder, reduce dal, a mio parere, pessimo Batman V Superman: Dawn of Justice.

"Non so più che cazzate sparare per difendere quella merda di film, quindi rido a caso"

A quanto pare l'attore interpreterà non un villain, bensì uno dei "buoni". Se da una parte mi fa piacere che nekl cast ci siano attori del calibro di dafoe e J.K. Simmons, che interpreta il Commissario Gordon, dall'altra temo per quello che potrebbe venirne fuori se la Warner non metterà un freno all'incapacità di Snyder di condurre il progetto. Incapacità che ha dimostrato in ben due occasioni, aggiungerei. Non resta che riporre la speranza in un rinsavimento improvviso del regista e degli sceneggiatori, che ce ne sarebbe bisogno.

"Va', va' che faccia da buono che ho!"


DAVID DI DONATELLO: LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT VOLA


Si è tenuta ieri la 60a edizione dei David di Donatello, ovvero i premi assegnati dall'Accademia Nazionale del Cinema. C'è sempre un po' di pregiudizio intorno a questa manifestazione, soprattutto relatiamente alla cerimonia considerata ormai datata anche dal punto di vista dell'intrattenimento. Per non parlare dell'edizione di un paio d'anni fa, discussa soprattutto per via delle simpaticissime uscite di Paolo Ruffini.

"M'appoggio a Mastandrea, v' quanto sono divertente!"
Quest'anno la messa in onda però è passata dalla RAI a Sky (e su Tv8 in chiaro) e l'impianto strutturale di tutta la cerimonia è stato radicalmente cambiato e ricostruito sul modello degli Oscar e dei Golden Globe. Il tutto è apparso molto più svecchiato e dinamico, ma soprattutto ravvivato da un ottimo conduttore come Alessandro Cattelan e dai contributi video dei The Jackal, che hanno aperto la manifestazione con uno sketch di apertura a dir poco geniale che ha coinvolto persino Paolo Sorrentino e che potete trovare QUI.

Pic dei The Jackal
Non solo la cerimonia è stata godibile e costellata di interventi di personaggi illustri come Gabriele Salvatores e Dante Ferretti, ma i film in concorso erano molto interessanti e finalmente si può dire che qualcosa nel cinema italiano stia realmente cambiando. A trionfare è stato Lo Chiamavano Jeeg Robot, primo lungometraggio di Gabriele Mainetti che ha portato a casa sette delle sedici statuette a cui era candidato, aggiudicandosi i seguenti premi: 

- Miglior Attore Non Protagonista: Luca Marinelli

- Migliore Attrice Non protagonista: Antonia Truppo

- Miglior Attore Protagonista: Claudio Santamaria

- Migliore Attrice Protagonista: Ilenia Pastorelli

- Miglior Regista Esordiente: Gabriele Mainetti

- Miglior Produttore: Gabriele Mainetti

- Miglior Montatore: Andrea Moguolo e Federico Conforti

In occasione delle nomination e delle vittorie Lo Chiamavano Jeeg Robot tornerà in sala dal 21 aprile.
Premi meritatissimi, anche se delude la mancata considerazione verso Non Essere Cattivo del maestro Claudio Caligari - nonchè sua ultima opera prima di morire -  in concorso con sedici nomination esattamente come per il film di Mainetti. La statuetta per il miglior regista è andata infatti a Matteo Garrone per Il Racconto dei Racconti, che si è aggiudicato anche i premi per il  miglior truccatore, la migliore acconciatura, le migliori scenografie, i migliori costumi e gli effetti visivi. Vince invece come miglior film Perfetti Sconosciuti di Paolo Genovese, sorprendendo non poco.
Esclusione pressochè totale per il film di Caligari e Suburra, che sembravano promettere molto bene.
E' comunque un segnale più che positivo per il cinema italiano il fatto che la cerimonia sia stata seguita con più attenzione rispetto agli anni scorsi, soprattutto perchè il pubblico era interessato a molti dei film in gara: si può dire che si stia tornando lentamente e a piccoli passi verso una diversificazione maggiore di genere, che poi è il problema più grande del cinema nostrano: negli ultimi anni esistavano due macrogeneri, la commedia e il dramma. Finalmente inizia a non essere più così. Forse.
Ah giusto: in occasione della premiazione ieri ho realizzato una live sul mio canale YouTube per seguirla in diretta, per recuperarla cliccate QUI









venerdì 15 aprile 2016

AVATAR: ANNUNCIATI QUATTRO SEQUEL


Già poco dopo l'uscita del primo film, ormai più di sei anni fa, James Cameron aveva dichiarato che voleva realizzare almeno altri tre film legati al mondo di Avatar. Idea che si è persa nel corso dei mesi e poi degli anni, fino a qualche settimana fa, quando la Fox ha annunciato ufficialmente la lavorazione di Avatar 2, previsto per dicembre 2018. Poche ore fa però, durante il panel proprio di Fox al CinemaCon 2016, lo stesso James Cameron ha confermato che i sequel previsti non saranno tre, ma quattro, e verranno rilasciati ogni paio d'anni circa. il terzo film uscirà nel 2020, il quarto nel 2022 e infine il quinto appena un anno dopo, nel 2023 (il che mi lascia pensare che quarto e quinto siano un unico film diviso in due parti). Così su due piedi trovo che ben quattro sequel programmati a così grande distanza rispetto al primo film siano forse troppi e nella mia testa la dichiarazione di Cameron suona come la sparata di chi dice di avere la Playstation 5 in mansarda ma non te la fa vedere perchè i genitori gliel'hanno sequestrata.

"Usciranno quattro sequel di Avatar e poi mio cuggino una volta ha visto una senza reggipetto!"

Cameron ha commentato dicendo che

Quello che è stato sviluppato fino ad ora va ben oltre il primo film"
Infatti ogni pellicola avrà una storia autonoma, ma tutto sarà inserito nell'universo narrativo creato precedentemente e già nel primo sequel torneranno Sam Wothington, Zoe Saldana e Sigourney Weaver .
Personalmente non faccio i salti di gioia a pensare che Avatar stia diventando una saga programmata a tavolino, anche se in realtà l'idea di creare un universo natrrativo vasto frullava nella mente di Cameron già da parecchio, come scritto sopra. Quello che mi preoccupa è lo sviluppo narrativo: diciamocelo, Avatar era un film che funzionava in virtù della sua magnificente spettacolarità. Una volta esaurita quella cosa rimane, oltre ad una trama banale e a personaggi già visti e rivisti mille volte? Il mio timore è che ricorrano ad espedienti poco originali per cercare di dare una svolta al tutto.

Crossover tiiiime!... no, eh?
Vedremo come si evolverà la questione, anche se ho il dubbio che il numero di sequel varierà ancora in futuro, andando a diminuire. Anche perchè con i tempi che ha cameron ho i miei seri dubbi che girerà quattro film in cinque anni, è più facile che io abbia possibilità di uscire a cena con Su'nei.






giovedì 14 aprile 2016

CIVIL WAR: LE PRIME RECENSIONI SONO ENTUSIASTICHE


Oggi è stato presentato in anteprima al CinemaCon 2016 l'attesissimo Captain America: Civil War. Questo significa che l'embargo precedentemente imposto nei confronti dei giornalisti che avevano già visto il film è finalmente caduto e in rete si sono riversate recensioni incredibilmente positive, che lo descrivono come un film maturo, se non il più maturo tra quelli finora prodotti dai Marvel Studios. Ecco di seguito alcune delle recensioni più significative, come riportate in traduzione da QUESTO articolo di Bad Taste:


Empire: 

È il miglior film dei Marvel Studios finora. Riesce a fare ciò che fanno i migliori film Marvel: mette insieme più personaggi e riesce a dare a ciascuno di loro un momento nella storia, portando avanti nel contempo la storia stessa nella continuity generale, pur concludendo l’arco narrativo del film. Accompagna le proprie dimensioni colossali e le scene spettacolari con una struttura da grande, intelligente thriller


The Hollywood Reporter:

L’ultimo capitolo della saga Marvel porta avanti il franchise in un modo che senza dubbio soddisferà gli appassionati. Riesce anche a porre domande molto serie sulla violenza e i vigilanti. Il film è troppo lungo, ma non è assolutamente pesante. Lavora sulla trama dei film precedenti degli Avengers, introducendo anche Pantera Nera e Spider-Man in maniera davvero vincente


IGN:

Nel film c’è la migliore rappresentazione di Spider-Man sullo schermo mai vista, ma anche un nuovo eroe molto fico, Pantera Nera. Il film è godibile, ma è un debole successore di The Winter Soldier e Avengers: Age of Ultron. Non è nè potente nè coinvolgente come il primo dei due, anche se riesce a tenere i personaggi insieme meglio del secondo


USA Today:

Messi da parte poteri, abilità ed ego, il terzo film di Captain America rappresenta una profonda indagine sull’amicizia e la famiglia e su quali sacrifici andrebbero fatti per esse



Birthmoviesdeath:
Non è solo un grande film Marvel, è un grande film. E questa grandezza, che dipende in parte sul lavoro fatto dai 12 film precedenti, è la dimostrazione finale del concetto che i Marvel Studios hanno cercato di lanciare per la prima volta nel 2008 con Iron Man. È il film che prova che un universo cinematografico condiviso non è solo fico, non è solo marketing, ma quando è utilizzato bene crea una narrazione a un livello che nessuno ha mai raggiunto finora. […] È il culmine dell’universo cinematografico condiviso dei supereroi. È un thriller serrato che funziona benissimo da solo, ma se si pensa che è l’ultimo capitolo di un esperimento senza precedenti assume un ruolo ancora più importante perché riesce a migliorare anche i film che hanno condotto verso di esso


Variety:

È il film più maturo e ricco di sostanza dell’universo Marvel. Ambizioso come un film degli Avengers, si dimostra coerente a livello drammatico e compatto a livello tematico ma contiene anche sequenze d’azione davvero ricche di inventiva


Screen International:

Intrattenimento gargantuesco che riesce a trovare spazio per un’eco emotiva sotto la pelle del puro spettacolo, Captain America: Civil War è un thriller d’azione con ottimo ritmo, molto soddisfacente ma eccessivo



The Daily Beast:

Finalmente un sequel di un film di supereroi ad altissimo budget che riesce a essere di grandissimo intrattenimento e allo stesso tempo controllato, misurato, senza eccessi, come invece è capitato più e più volte in passato


Tutto ciò è decisamente incoraggiante, ma ormai ho imparato a non farmi troppe aspettative prima di vedere un film di questo tipo. Non dopo Batman V Superman










SPIDERMAN- HOMECOMING: MICHAEL KEATON SARA' IL VILLAIN


Poche ore fa è stato annunciato il titolo ufficiale del nuovo film su Spider-Man prodotto da Sony e daliMarvel Studios, ma ora Spider-Man: Homecoming ha anche il suo villain. O meglio, ha l'0attotre che lo interpreterà, dato che l'identità del cattivo della pellicola non è ancora chiara.
Il compito di contrastare il buon vecchio Spidey è stato affidato a Michael Keaton, attore che nell'ultimo anno e mezzo è rifiorito dopo anni di magra dal punto di vista della carriera cinematografica. E' una notizia che personalmente trovo straordinaria e anche peculiare: non solo keaton ha rivestito i panni di Batman nei primi due film del supereroe targati Tim Burton, tra la fine degli anni '80 e l'inizio dei '90, ma recentemente è stato protagonista di Birdman, film in cui interpretava un attore fallito che veniva ricordato solo per il supereroe che aveva interpretato vent'anni prima. la storia della sua vita, insomma. Ora invece passa da eroe a villain, andando ad allargare le fila di grandi attori che popolano la famiglia dei Marvel Studios.
Quello che mi fa sorridere è che Birdman andava a condannare decisamente i cinecomic contemporanei e ora il suo protagonista è stato assorbito dal meccanismo e per giunta in uno dei film di genere più attesi di sempre. Non che mi lamenti, sia chiaro.

"Lascia stare quel che dice Inàrritu: i cinecomic sono fighi"
Per ora il nome del villain non è stato reso noto, ma mentre in tanti, me compreso, sperano che sia Norman Osborn, i rumour parlano dell'Avvoltoio, che in effetti non è mai stato realmente utilizzato in un film sull'arrampicamuri, sebbene qualcosa si stesse muovendo in tal senso nei film di Webb.
Riflettendoci bene, le strade sono sostanzialmente due: o metteranno subito Osborn, per evitare di seguire la stessa linea guida dei precedenti The Amazing Spider-Man, oppure proseguiranno nella stessa direzione e si terranno il piatto forte per il secondo film. Personalmente Keaton nei panni di Osborn lo vedrei non bene: di più. E poi il Goblin del Marvel Cinematic Universe sarei davvero curioso di vederlo, se non altro per capire come lo tartteranno e se finalmente avremo un villain targato Marvel Studios sul grande schermo che sia memorabile.

Se state pensando 'E questo chi cazzo è?', la risposta è 'Appunto'.


Quindi non ci resta che sperare di vedere un Michael Keaton in grande forma nelle vesti di un villain che spacchi i culi. Ma per davvero, non come Ronan l'Accusatore, che il massimo che poteva spaccare erano i coglioni ogni volta che appariva sullo schermo.




mercoledì 13 aprile 2016

ANNUNCIATO MIB 23, CROSSOVER TRA MEN IN BLACK E 21 JUMP STREET


Che ad Hollywood fossero in crisi per quanto riguarda le idee si era capito: reboot, prequel, sequel, newquel e chi più ne ha più ne metta. Oggi al CinemaCon 2016 però si è sorpassato il limite della decenza, almeno per quanto mi riguarda: Sony ha infatti annunciato MIB 23
Prodotto da Phil Lord e Chris Miller, il film non è altro che il crossover tra il franchise di Men In Black e di 21 Jump Street, quest'ultimo ripreso dalla serie cult degli anni '80 con Johnny Depp, che ha visto protagonisti in ben due film (a parer mio esilaranti) Jonah Hill e Channing Tatum

"Wow cazzo! Io adoro Jonah Hill!"
intendiamoci: il film potrà a anche venri fuori bene e divertire come non mai, ma trovo l'idea alla base abbastanza assurda e senza il minimo costrutto. Per quale motivo incrociare due franchise così diversi, uno dei quali gioca anche con l'infanzia dei nostalgici come me? E' un'operazione di marketing che non parte nemmeno da un'idea sensata, per quanto io apprezzi entrambi i brand, anzi è proprio per questo che non mi sembra una notizia di cui gioire. Oltretutto credo che piuttosto si parli di un film sui men in Black in cui i due personaggi di 21 Jump Street diventano due agenti. Potrà anche sembrare simpatica come cosa ma... perchè?

L'idea segue la logica della Sacra Spirale
In definitiva ci troviamo di fronte ad un progetto che o potrebbe rivelarsi una genialata o un'immensa cazzata, in questo caso fatico seriamente a trovare una via di mezzo. male che vada chiedo di utilizzare un neuralizzatore e passa la paura.




SPIDER-MAN HOMECOMING: IL TITOLO E' UFFICIALE


Qualche giorno fa avevo scritto un articolo circa il rumour riguardante il probabile titolo del primo film su Spider-Man realizzato dal Marvel Studio, con protagonista Tom Holland. Infatti la Sony aveva registrato più di una settimana fa un dominio che conteneva il titolo Spider-Man: Homecoming, come spiegato in QUESTO articolo. oggi la Marvel stessa ha pubblicato il logo che trovate qui sopra, confermando quella che fino ad ora era solo un'indiscrezione. sicchè Spider-man torna a casa.

"Spidey... siamo a casa! Ah no, scusa, errore mio"
Come avevo già scritto, il titolo è interessante perchè si rifà non solo ad un ciclo di storie, quello di Tornando a casa, per l'appunto, che però non penso sarà trasposto sullo schermo in questo film e in più ha un forte valore simbolico per quanto riguarda il personaggio al cinea: dopo anni di trasposizioni finalmente vedremo la versione di Spidey del Marvel Studio. Ma quello già nell'imminente Captain America: Civil War.

"Fidati: cambia il titolo in Spider-man: Civil War, a questo punto conviene"

Il logo però non rivela solo il titolo del film: sembra quasi una dichiarazione d'intenti. La grafica retrò infatti ricorda molto quella della storica serie animata di Spider-man degli anni '90 (anche se più sobria), come a dire che dobbiamo aspettarci atmosfere più classiche rispetto a quelle a cui la Sony ci ha abituati in questi ultimi quindici anni. sarà ver? e io che ne so, non sono mica il commentatore medio di youtube, che dal logo sa già dire se un film sarà una merda o no.





DOCTOR STRANGE: IL PRIMO TRAILER


Le riprese sono iniziate da poche settimane, eppure eccolo qui: il primo teaser trailer di Dr. Strange, il film Marvel che uscirà a fine ottobre da noi e che vedrà come protagonista Benedict Cumberbatch al fianco di Chiwetel Ejiofor, Rachel MacAdams e un inquietante Mads Mikkelsen.
E se da una parte mi chiedevo cosa fossero riusciti a montare con il film ancora in lavorazione, dall'altra speravo che questo trailer potesse fare chiarezza almeno sulle atmosfere di questa nuiova fatica del Marvel Studio. Fatica diretta da Scott Derrickson, quello de L'Esorcismo di Emily Rose, mica pizza e fichi.

Mads Mikkelsen dopo una nottata passata a studiare scientificamente i video di Mia Khalifa su Porn Hub

Questo teaser è il classioco trailer che piace a me: dice tutto e non dice un cazzo. Mostra immagini interessanti, come quelle dell'incidente o la realtà che si capovolge ricordando nemmeno troppo velatamente Inception (ma in realtà sono cose che succedono anche nei fumetti dedicati al personaggio) e in generale mostrano il gusto onirico e vagamente psichedelico di cui- si spera - la pellicola sembra essere pregna. Questo Dr. Strange pare essere l'ennesimo tentativo da parte del Marvel Studio di diversificare stilisticamente i propri prodotti, come fa ormai da anni: Guardiani della Galassia ad esempio ha uno stile completamente differente rispetto a Captain America: The Winter Soldier.

E infatti, visto che è Derrickson a dirigerlo, ci buttiamo dentro un bell'esorcismo, così, a caso. Regan approved.

Insomma, ancora una volta ci si ritrova ad attendere un film Marvel come se non ci fosse un domani. Tanto per cambiare. Unico appunto: spero vivamente che non abbiano scritto il villain (quel Mikkelsen che tanto sembrerebbe Dormammu, ma chissà) in maniera scialba come di consueto: sarebbe l'ennesimo spreco di un buon attore. Chiedetelo a Eccleston e Stoll.









lunedì 11 aprile 2016

SUICIDE SQUAD: IL NUOVO, FOLLE TRAILER



In occasione degli MTV Awards la Warner ha rilasciato il terzo trailer relativo al film Suicide Squad, diretto da Davide Ayer (Fury) e terza pellicola del cosiddetto DC Extended Universe. Dopo il trailer precedente, che era semplicemente fantastico, ecco arrivare uin prodotto che mantiene alta l'aspettativa e promette allo spettatore uno dei cinecomic più folli di sempre. Una sorta di Guardiani della Galassia, ma più cattivo e cinico. E con le grazie di Margot Robbie.

"Sul serio vi fate abbindolare dalle zinne? Fate bene!"

Come nei trailer precedenti non viene mostrato poi molto, ma quello che basta per far montare nello spettatore la voglia di vedere il film seduta stante. Due sono i punti di maggiore interesse che emergono da questo trailer: il collegamento alle visioni di Batman in Batman v Superman relative ad un'eventuale perdita di controllo da parte di Supes (e quindi il primo collegamento effettivamente chiaro ad altre pellicole DC) e il fatto che Joker sembri essere più presente di quel che si potrebbe credere. ma potrebbero semplicemente aver preso poche sequenze e averle inserite a tappeto, quando poi in effetti le sue appatrizioni totali non arriveranno a coprire dieci minuti di film. Non ci è dato saperlo, mannaggia a loro.

"Oh ma non è che non ci sono: voglio solo che, prima di saperlo, sofrriate. ma tanto tanto"


Infine la cosa che mi incuriosisce maggiormente è proprio il fatto che questo film sia il primo del Dc Extended Universe a non essere diretto da Snyder. Il popolo ringrazia.